Obesità

Obesità

Obesa è una persona troppo grassa. Ma quando si e’ troppo grassi?

Ci sono 2 tipi di obesità: quella patologica e quella dettata dagli standard della moda.
Nei desideri delle persone contemporanee non rientra certamente la bellezza opulenta del  Rinascimento o di inizio secolo.

Come si misura l’obesità?
Ci sono vari metodi e qui indico la tabella di Lorentz, secondo la quale, il peso ideale e’ dato dalla seguente formula:

Peso ideale Uomini = altezza in cm – 100 – (altezza in cm – 150)/4
Peso ideale Donne = altezza in cm – 100 – (altezza in cm – 150)/2,5

Nessuna tabella puo’ avere valore assoluto quindi possiamo classificare l’obesita’ anche con altri criteri.
CRITERIO  MORFOLOGICO

  • Obesita’ maschile , detta “androide”, che interessa la parte superiore del corpo;
  • Obesita’ femminile, detta “”ginoide”,che causa un’accumulo di grasso nella meta’ inferiore del corpo;
  • Obesita’ localizzata, i cosidetti cuscinetti di grasso, che sono la disperazione di tutte le donne.

 

Ogni tipo di obesità può essere legato ad una propria patologia. Il tipo maschile è spesso legato a ipertensione e malattie cardiache.Il tipo femminile a problemi venosi(varici,flebiti) tipici degli arti inferiori.
La cellulite invece si accompagna a problemi mentali.

FATTORI PSICOLOGICI:
Ci sono persone grasse felici,raggianti, che stanno bene nel loro corpo e hanno un sacco di energia.
Ci sono falsi grassi mai contenti del loro aspetto .
Poi ci sono quelli che hanno veramente bisogno di dimagrire.

Quali le cause di questo problema?

In primis una alimentazione scorretta.
A seguire i fattori ereditari( come per il diabete).
Incide molto anche l’alimentazione ricevuta nella prima infanzia,infatti se si esagera da piccoli  poi potrebbe esserci una escalation proprio col passare degli anni.
Cattive abitudini quali: la sedentarieta’,troppe cene,alcool in eccesso, alimentazione continua e di cattiva qualita’.ecc.

Come fare allora per migliorare?

Le diete sono molteplici e i consigli si sprecano per consigliare erbe, pillole,zumba,corsi di ginnastica strenuanti o quant’altro.

Io oggi voglio proporvi un’alternativa utile e facile se applicata con costanza tutti i giorni:

STIMOLATE I PUNTI CHE VEDETE QUI SOTTO PER ALMENO 20 MINUTI  2 VOLTE AL GIORNO CON UN CALCEDONIO AZZURRO

orecchio

 

 

STIMOLATE I PUNTI CHE VEDETE QUI SOTTO CON UNA MAGNESITE( vera) NON un’imitazione.20 MINUTI ” VOLTE AL GIORNO:

torace

 

STIMOLATE I PUNTI CHE VEDETE QUI SOTTO CON UNA CORNIOLA (naturale) non trattata.20 MINUTI 2 VOLTE al GIORNO.

gamba

 

SE QUESTE APPLICAZIONI SONO SVOLTE CON COSTANZA E ASSOCIATE A UN REGIME ALIMENTARE CORRETTO E A 40 MINUTI di CAMMINATA TUTTI I GIORNI POSSONO DARE RISULTATI INCREDIBILI GIA NEL PRIMO MESE DI TRATTAMENTO:

Provare per credere
VALERIA

Tu chi sei?

moglie perfetta

Sei la moglie perfetta, perché’ a lui piace cosi’:
la madre amorevole, perche’ i tuoi figli cosi’ ti vogliono:
sei la figlia paziente, la sorella disponibile,  l’amica che ascolta e consiglia, la collega che scherzando alleggerisce l’aria in ufficio, la vicina di casa tollerante, l’estranea che cede il posto….
” Dimmi come mi vuoi e cosi’ sarò’ per te”, per evitare conflitti,  sensi di colpa, rifiuti.
Insegui la perfezione e con chiunque reciti la parte che ti cautela da ogni critica: saresti la donna ideale per chiunque, se non fosse per quei chili di troppo…………..

come ti vedi

Il grasso e’ la macchia che non riesci a mandar via dal vestito della festa, la zavorra che ti tiene incollata a terra invece di farti svettare verso il tuo modello che non ammette errori. Ma sotto i tuoi continui travestimenti tu chi sei?
Quando nessuno ti sollecita ad incarnare il personaggio più’ consono alla scena ,quando sei da sola, come sei?
Cerca la tua vera faccia , a costo di cercarla in una vecchia foto e guardandola chiedile cosa vuole.
Hai esaudito  le aspettative di tutti: ora finalmente tocca a lei, a Te.

Guarda come sei veramente

Pietre cosigliate per il processo di autorealizzazione:

giada

tormalina

quarzo citrino

granato

essonite

topazio imperiale

Fermati!

Fermati!

Alla domanda come stai? rispondi quasi sempre: stanca, perché c’e’ tanto, troppo da fare, ma se non ci pensi tu….
Sei la donna indispensabile, che utilizza il suo tempo per moltiplicarsi e arrivare dappertutto; niente sfugge al tuo controllo, sai sempre tutto e hai quasi sempre ragione, anche se come Cassandra non ti prendono mai troppo sul serio.
Conciliare famiglia, lavoro, amicizie e’ il tuo esercizio quotidiano: non c’e’ spazio per  il lamento, stringi i denti e fai; il momento più bello e’ quando tutti dormono e nel silenzio della casa ti riposi sull’assenza di richieste per poi cedere ,sfinita, al sonno.
Il tuo corpo ti segue come un servo fedele, ma sempre un passo indietro a te: gli chiedi di non crearti intoppi, perché se ti fermi tu e’ finita e di rado lo guardi , perché  indietro non ti giri mai.
A farti ingrassare e’ la totale assenza di piacere: quando per sbaglio ci inciampi, ti senti subito in colpa per il tempo che hai sottratto al dovere, ai tanti doveri a cui dai in pasto la tua vita.
Anche quando mangi non gusti nulla: mangi in fretta, ovunque, tra una corsa e l’altra.Mangi per l’ansia di dimenticare qualcosa, di perdere il controllo della situazione, di  essere in ritardo sulla tua tabella di marcia.

FERMATI

Due o tre volte al giorno obbligati a fermarti, come se qualcuno dall’esterno ti desse lo stop: dopo un momento di nervosismo, la tensione al massimo, percepirai un senso di vuoto.
E’ la cosa che ti spaventa di più, eppure e’ proprio quel vuoto che ti da’ la misura di quanto manchi a te stessa, del tempo che e’ passato dall’ultima volta che ci sei stata per Te.
RESISTI ALLA TENTAZIONE DI RISALIRE SULLA SOLITA GIOSTRA, RESTA FERMA ANCORA UN GIRO E LASCIA CHE IL VUOTO TI SUGGERISCA IN CHE DIREZIONE MUOVERTI, QUESTA VOLTA PER ANDARE INCONTRO A TE  STESSA.

A me ci sono voluti 40 anni di vita e la malattia di mia madre “Alzhaimer” per capire , capire, capire.
Questo mi permette di potervi consigliare le 7 regole d’oro per Vivere bene la vostra Vita pensando prima di tutto al vostro benessere:

NON CRITICARTI  ELIMINA LA PAURA
DALLA TUA VITA
SII PAZIENTE
Non farlo MAI, per nessun motivo. La critica NON è mai costruttiva, non migliorerai di certo ripetendoti di essere ‘stupida’, ‘sciocca’, ‘incapace’. Ricorda che l’inconscio non è in grado di discernere l’ironia dalla verità, e soprattutto non è capace di mettere fine a quanto tu gli hai già comunicato più volte. Immagina la tua mente come un computer nel quale immetti informazioni, quando lo apri cosa vi trovi? Esattamente quello che vi hai messo. Comincia a pensare a te in termini di APPROVAZIONE. Ricorda che ogni giorno fa la differenza: puoi cambiare in qualunque momento, la responsabilità è tua e per farlo occorre che tu smetta immediatamente di criticarti. Sostituisci perciò la critica con l’approvazione. Trova tutte le occasioni possibili ad ogni azione che fai per ripeterti: «Bravo! Ce l’hai fatta!» – «Fantastico, sei proprio in gamba!» – «Ehi, ma sei proprio creativo!» Il pensiero crea la tua realtà: se emetti continuamente pensieri di paura, la paura sarà il risultato della tua vita. Ricorda che ogni cosa che accade ha lo scopo di portarti un insegnamento, ogni avvenimento è perfetto per la tua crescita. Scegli di eliminare la paura e sostituiscila con pensieri positivi e realizzativi. Immaginati sempre il MEGLIO e immaginalo come se già fosse accaduto. Pensa spesso a cose che ti piacerebbe realizzare (abbandonati alla fantasia più sfrenata) e pensale il più dettagliatamente possibile come già realizzate. Ricorda che il tuo pensiero è creativo e ciò che pensi si realizzerà sicuramente. La pazienza è la base di questo cammino. Se hai impiegato anni ad essere quello che sei, puoi permetterti di aspettare il tempo necessario ad effettuare i giusti cambiamenti. L’impazienza ti impedirebbe di imparare e di fare i passi necessari per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefisso. Ogni errore può essere corretto, ma se gli errori sono tanti il tempo necessario può essere più lungo. Quando andiamo a scuola non pretendiamo di arrivare alla laurea in pochi mesi: accettiamo di studiare alle elementari, poi alle medie, alle superiori e infine ci prepariamo per l’università. Perché nel cammino di crescita personale la strada dovrebbe essere più breve? Sii paziente con te stessa.
critica paura

pazienza

SII GENTILE CON TE STESSA IMPARA AD APPREZZARTI AMA LA TUA REALTÀ
Non avercela con te se ti scopri a pensare negativamente. E smettila di incolparti per ogni cosa che va male. Impara a rilassarti, rimani ad ascoltare una musica dolce, osserva il tuo respiro, entra in contatto con la tua Energia interiore. Respira profondamente, chiudi gli occhi e libera ogni tensione accumulata. Ad ogni inspirazione immagina di immettere aria pulita in te, aria limpida e ad ogni espirazione insieme al respiro, emetti le tossine, le paure, le tensione e ripeti mentalmente: «Sono al sicuro, mi accetto completamente»Impara anche a rimanere in silenzio e ad affidare le tue paure all’Energia Superiore. Rimanendo in silenzio, ad ogni respiro ripeti mentalmente: «Mi voglio bene» – «Mi perdono» – «Sono innocente». Puoi farlo ovunque, alla fermata del tram, in ufficio, in casa. Prendi l’abitudine di farlo spesso, soprattutto ogni qual volta senti che alla tua mente arrivano pensieri negativi o di rabbia.  Parti dal presupposto che sei parte dell’universo, se ti disapprovi sminuisci l’Intelligenza Infinita. Ripetiti spesso che sei una persona meravigliosa, ma non limitarti ad una sola ripetizione, fanne mille al giorno e di più se è necessario. Scrivi un elenco di qualità che apprezzi in te. Pensa a te stesso come ad un essere armonioso e gioioso. Al mattino, quando ti lavi, sorridi alla tua immagine e ad alta voce (o mentalmente) ripeti: «Sei una persona stupenda!» Gratificati per ogni cosa che fai. Impara ad accettare il bene che ti arriva, ripetiti spesso. «Io merito il meglio, già da ora!». Entra nello spirito di abbondanza. Anche se la vita che hai vissuto fino ad oggi non è stata soddisfacente, questo non vuol dire che tu non possa cambiarla. Tutti facciamo scelte sbagliate: se, tuttavia, continuiamo ad autopunirci per ciò che abbiamo fatto non concluderemo nulla di buono. Se continui ad odiare il tuo lavoro, la tua casa, la tua città o il tuo partner potrai cambiare poco nella tua vita. Indipendentemente dal tipo di situazione negativa in cui ti trovi, sappi che c’è una ragione per ciò. Il cambiamento vero inizia dall’accettazione della tua realtà attuale. Se ti trovi in una data situazione è perché puoi ricavarne qualcosa perché se non fosse così ti daresti da fare per modificarla. Chiediti perciò: «Quali sono i pro di questa situazione? E i contro?» – «Che cosa posso fare per cambiarla?» – Impara a trovare il lato umoristico delle situazioni negative che stai vivendo. Se proprio non riesci a trovarlo fatti aiutare da persone con uno spiccato senso dell’umorismo

gentilezza

apprezzamento

realta’

AMATI ADESSO
Se riesci ad amarti e ad approvarti subito entri nell’onda del benessere e sei pronto ad accettare il meglio per te. Una volta che avrai imparato ad amare te stesso potrai imparare ad amare e ad accettare gli altri. Se cambierai tu, gli altri si adegueranno. «Ama il prossimo tuo COME TE STESSO», il punto chiave è proprio qui: «come te stesso». Non credere di poter amare qualcuno se non ami te stesso. Non sei su questa terra per far piacere a qualcuno: devi vivere la tua vita e percorrere la tua strada. Siamo tutti su questa terra per imparare a crescere, ad amare incondizionatamente, a ricevere e dare comprensione, sostegno, carità. Dall’altra parte, quando lasceremo questa terra l’unica cosa che porteremo con noi sarà la nostra capacità di amare.

amati

Come combattere l’insonnia?

Come combattere l’insonnia?


L’insonnia
 è un disturbo del sonno caratterizzato dall’impossibilità di addormentarsi o di dormire per un tempo ragionevole durante la notte.

Coloro che soffrono di insonnia di solito lamentano di non essere in grado di dormire che per pochi minuti alla volta o di agitarsi nel letto durante la notte. Se l’insonnia continua per più di alcune notti di seguito può divenire “cronica” e causare un deficit che è estremamente nocivo per la salute. L’insonnia altera il naturale ciclo del sonno, ciò può risultare difficile da ripristinare.
Sotto il profilo diagnostico, l’insonnia può essere classificata come occasionale, acuta o cronica.

  1. l’insonnia occasionale  può essere causata da  cambi di ambiente, depressione, allergie alimentari, uso di eccitanti, consumo esagerato di caffe’ cacao o stress. Le sue conseguenze sonnolenza e ridotte abilità psicomotorie sono simili a quella della semplice privazione del sonno;
  2. l’insonnia acuta è l’impossibilità di dormire in modo soddisfacente per circa un mese;
  3. l’insonnia cronica dura più di un mese, e può essere  un disordine primario o causata da altre patologie psicologiche (disturbo bipolare, psiconevrosi depressiva, ecc) o fisiche (iper-tiroidismo, dolori artritici,asma,nevralgie varie,problemi cardiaci o disturbi gastrici. Nei neonati di solito si associa a disturbi digestivi e nei bambini a volte a parassiti intestinali).I suoi effetti dipendono dalle cause che la inducono, e possono includere affaticamento muscolare, allucinazioni, affaticamento mentale e doppia visione.

Per curare l’insonnia e’ sempre bene rivolgersi al medico di fiducia, ma con le pietre possiamo migliorare la qualita’ del nostro sonno.

azzurrite

ametista

sugilite

 

Poniamoci un azzurrite,  o un’ametista, o  una sugilite  sulla fronte o sotto il cuscino per aumentare i  nostri  sogni.
Quando li abbiamo sulla fronte concentriamoci su una respirazione diaframmatica in modo da rilassare il corpo e la mente.
Mettere un granato o un’ametista sotto il cuscino ci aiuterà a ricordare i nostri sogni.

tormalina nera

quarzo fume’

granato

quarzo rosa

cacoxenite

Una tormalina nera, o un quarzo fumé, o un’ ametista scacceranno i nostri incubi.
Non riusciamo proprio a prendere sonno? Posizioniamo un quarzo rosa o un’ ametista e una cacoxenite sotto il  letto o sotto il cuscino per combattere l’insonnia.

celestina

celestina

ametista

Geodi di ametista e celestina posizionati sul comodino e  sul como’ possono essere di aiuto per rendere l’ambiente piu’ sereno e confortevole.

piramide quarzo rosa

cacoxenite

Per i bambini e i neonati e’ buona norma posizionare una piramide di quarzo rosa sotto il letto e un burattato di cacoxenite sotto il materasso.

Provare per credere.

Avete notizie su questo argomento? Mandate i vostri consigli e le vostre esperienze potremo vedere cio’ che ha funzionato meglio per ciascuno di noi.
valeria

 

La stitichezza

La stitichezza

E’ questo un problema molto diffuso nei paesi civilizzati ed e’ il disordine digestivo più’ frequente nell’ambito intestinale.
Viene compreso nel quadro del colon irritabile,inteso come un’alterazione dell’attività’ motoria dell’intestino crasso.
Il tempo di transito del materiale fecale e’ lento, infatti occorrono circa 12 ore per il passaggio dal colon all’ano.

Le cause della stitichezza sono diverse

  • fattori psichici (rabbia, ostilità’, depressione).
  • fattori alimentari
  • mancanza di esercizio fisico
  • abuso di lassativi.

Il problema alimentare e’ molto importante perché’ si mangiano troppi cibi raffinati e privi di scorie, ed anche la troppa sedentarieta’ porta ad un aggravamento della situazione perché’ non si agevola la motilità’ intestinale.L’abuso di lassativi inoltre crea uno squilibrio idrico ed elettrolitico con un peggioramento della situazione.Lo stress ed altri fattori psichici immobilizzano il colon sottoponendolo a una contrattura tensiva che blocca la normale peristalsi.
Esistono in commercio vari aiuti a livello fitoterapico, ma oggi io voglio farvi provare qualche rimedio efficace veramente innocuo.

La maggior parte delle persone che l’hanno provato sono rimaste sbalordite.
Di cosa si tratta? Molto semplice : un elisir con ematite,corniola,eliotropio,magnesite.

ematite

corniola

eliotropio

magnesite

 

Come preparare l’Elisir:
mettere 4 burattati di queste pietre nella vostra acqua minerale naturale preferita( io consiglio S.Anna o Lauretana perche’ poco dure) e lasciarle in infusione per almeno 8 ore, e poi bere l’acqua preparata durante l’arco della giornata.
Per queste 4 pietre si puo’ preparare mezzo litro di acqua alla volta.
Si puo’ preparare alle 8/ alle 16/ e alle 24 in modo da prepararne almeno un litro e mezzo che va bevuto nell’arco di una giornata.

Perche’ non provare ? qualcuno di voi ha avuto esperienza?  aspetto le vostre eperienze e a prestocon una nuova chicca di cristalloterapia.

Valeria