Prof.Eugenio Soriani

Il sottoscritto conobbe il Prof. Soriani nell’anno 1952 e mantenne rapporti
periodici fino alla sua morte, avvenuta all’età di 87 anni e quasi 8 mesi.
Soriani desiderava scrivere altre opere, ma le perturbazioni psichiche, che
colpivano i mondi sottili ed anche l’Akasha, determinarono una pausa. Tale
desiderio si potè finalmente concretizzare con il suo secondo libro, “La Elección
Voluntaria del Sexo”, stampato sempre da Ananke, Buenos Aires. Questo suo
secondo libro vide la luce nell’anno 1958, ma in realtà fu organizzato e scritto
già parecchi anni prima.
Soriani scrisse un terzo e ultimo libro, pubblicato nel 1970, stampato come i
precedenti dalla sua casa editrice Ananke. Il titolo di questo suo terzo libro è
“Las Polaridades Bioeléctricas de los Alimentos”. Dopo la prima edizione, egli
trasferì i suoi diritti d’autore alla casa editrice Kier, di Buenos Aires.
All’intera opera di Soriani, mancherebbe almeno il secondo volume di “La
Moderna Quirología – Curso Superior” e un piccolo opuscolo che aveva
pensato d’intitolare “Clave de la Digestión Perfecta”.
Come accade spesso con esseri umani speciali, che nel linguaggio esoterico
sono chiamati Illuminati o Predestinati, il suo riconoscimento, comporterà un
certo periodo di attesa, come per esempio nel caso di Helena Petrovna
Blavatsky, la monumentale fondatrice della moderna Teosofia.
Soriani, in riferimento al suo terzo libro, quello sulle polarità dei cibi, dichiarò
che quella sua opera era destinata soltanto all’ 1% dell’umanità. Questo è tutto
il contrario di ciò che accade con i best-seller, che hanno una durata di vita
breve quanto una candela. Ciò rientra nell’ambito degli interessi commerciali, i
business utilitari e i suoi derivati, che includono la parola puttanizzata, ossia, il
giornalismo.
Finalmente, di sicuro Eugenio Soriani ritornerà un giorno nel nostro pianeta in
modo simile a quello manifestato da Beniamino Franklin, ossia, in una versione
corretta e amplificata.